Forlì, superbonus e costruzioni: Confartigianato critica

Il superbonus che doveva risollevare il settore delle costruzioni, il settore delle costruzioni che traina l’economia ma è frenato dal superbonus. Un controsenso evidenziato anche da uno studio della Confartigianato, che vede nel settore delle costruzioni, un aumento del 5,8% rispetto al trimestre precedente e del 18,7% rispetto a un anno prima e un incremento degli occupati nel primo quadrimestre del 2022 dell’11 per cento, raggiungendo un livello che è del 65% superiore a quello del primo quadrimestre del 2019. «Un quadro nazionale – spiega Alberto Camporesi, vice segretario di Confartigianato Forlì – che trova riscontro anche nella fotografia locale. Non abbiamo i numeri esatti, ma la situazione rispecchia quella generale, con una crescita di imprese e impiegati negli ultimi due anni. Poi ci sono imprese che danno più garanzie e altre meno, anche a livello di prezzi alti». Altro tema scottante è il blocco della cessione del credito. Molti istituti di credito hanno infatti smesso di acquistare crediti indiretti frutto di sconto in fattura. «Come Confartigianato stiamo parlando soprattutto con banche locali, che conoscono la situazione della nostra provincia – riprende Camporesi – e abbiamo notato un’apertura per il ritorno alla cessione del credito verso i correntisti più strutturati. Una possibilità importante».

Servizio sul Corriere in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui