Forlì supera la prova della due giorni di atletica

«Gli eventi sportivi che proponiamo sono utili alla città, la fanno conoscere e danno visibilità. Qualche disagio sicuramente ci sarà, ma ne vale la pena». Parole di Daniele Mezzacapo, vice sindaco e assessore allo sport, dopo il fine settimana che ha visto Forlì diventare “capitale” dell’atletica leggera con “Notte delle stelle”, sabato, e maratona “Città di Forlì”, ieri.

«È andata molto bene – commenta Mezzacapo –. Per la corsa di sabato è stato molto bello vedere tante persone lungo le vie, via Giorgio Regnoli era piena, in piazza Saffi lungo le transenne c’era un sacco di gente, molti podisti e molti atleti sono venuti a vedere la corsa anche per la presenza di Crippa. In più abbiamo avuto visibilità su Rai Sport, Sky, Mediaset: per Forlì è bello, sono molto contento, anche per i complimenti ricevuti dalla Federazione italiana di atletica leggera per l’ospitalità ricevuta da Amministrazione e società Edera. Lavoriamo già per confermare 10mila maschili e 5mila femminili il prossimo anno. La maratona, essendo la prima edizione, non ha avuto numeri clamorosi, ma 160 iscritti sono già un primo risultato. La rifaremo».

Naturalmente per organizzare questi eventi e farlo in sicurezza, sono state attuate modifiche alla circolazione e chiuse strade, ma sul punto il vice sindaco è chiaro. «Ne è valsa la pena, perché quando si fa la maratona di Ravenna, o di Bologna, si bloccano le città e la viabilità a volte è completamente paralizzata e gli abitanti di quelle città sopportano? Anche perché questi eventi vengono fatti per la città, non per noi amministratori: se vediamo che aumentano gli iscritti alle società vuol dire che facciamo del bene alla città».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui