Forlì, “spesa sospesa” per l’Ucraina a “Campagna amica”

Cibo Made in Italy raccolte dagli agricoltori italiani sono già in viaggio per l’Ucraina per sostenere la popolazione sotto l’assedio dell’esercito russo.

«Dalla popolazione ucraina – spiega Massimiliano Bernabini presidente di Coldiretti Forlì-Cesena – vengono infatti richiesti soprattutto cibi a lunga conservazione, meglio se di facile consumo anche perché in alcune zone manca l’energia elettrica e ci sono problemi per cucinare e conservare i prodotti. Nei mercati della nostra provincia ed in particolare al Mercato di campagna Amica di viale Bologna 75 Forlì, con l’aiuto dei giovani agricoltori di Coldiretti Giovani Impresa e le donne imprenditrici di Coldiretti Donne Impresa abbiamo cominciato a raccogliere donazioni riservate alla “spesa sospesa per l’Ucraina” progetto di grande solidarietà in cui crediamo molto. Ringrazio sin da ora – conclude il presidente – per la generosità, tutte le aziende che hanno aderito a queste iniziative e il buon cuore dei consumatori che hanno donato e doneranno, uniti verso una comune solidarietà».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui