Forlì, sospesi due medici non vaccinati

FORLI’. Cominciano ad arrivare anche a Forlì i provvedimenti di sospensione dall’attività lavorativa per i medici che non si sono ancora vaccinati. Se nei giorni scorsi a Cesena erano già una ventina i medici sospesi (tra pubblico e privato), ieri sono scattati i primi provvedimenti per due professionisti di Forlì. Si tratta di un medico di medicina generale donna che esercita la propria attività di medico di base a Castrocaro e di un odontoiatra libero professionista di Forlì che svolge la propria attività prevalentemente a Cesena, ma anche in altre città della Romagna.

«Ho firmato i provvedimenti questa mattina (ieri, ndr) – afferma il presidente dei medici di Forlì-Cesena Michele Gaudio – e credo che nei prossimi giorni ne arriveranno altri. Ci sono altre istruttorie aperte, le procedure stanno andando avanti e sono molto accurate. Il provvedimento prevede che chi viene sospeso non possa esercitare l’attività fino al 31 dicembre (fatto salvo proroghe della norma se non passa lo stato di emergenza) o fino a quando si vaccina. Il problema ovviamente a questo punto è come sostituirli, nel caso di medici di medicina generale se il medico non fa parte di una rete, i suoi pazienti rischiano di trovarsi senza assistenza da un giorno all’altro. Per tamponare il problema è previsto un collegamento tra gli atti e chi gestisce l’istruttoria e solitamente gli amministratori del territorio vengono avvisati per capire se possa essere inserito un sostituto o un nuovo medico».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui