FORLI’. «Ho scritto questa canzone per le mie tre sorelle, che nel giro di un mese sono salite sul treno di Dio per l’ultimo viaggio verso il Paradiso». È già su Facebook il video del brano musicale “Il treno per l’eternità”, che don Felice Brognoli, dal 2008 parroco della Pianta, dedica alle sorelle Franca, suor Laura e Maria, morte in un lasso di tempo tragicamente breve, dal 19 febbraio al 19 marzo scorsi. Se la prima è stata stroncata da un attacco cardiaco, suor Laura e Maria sono andate invece ad allungare il triste elenco delle vittime italiane del Coronavirus. Come ha reagito don Felice alla grave perdita? Prima di tutto con una preghiera di ringraziamento: «Anche oggi è un dono meraviglioso di Dio. Viviamolo in Lui, sempre uniti nel suo nome». All’inaspettato inno di lode ha fatto seguito una canzone imbevuta di speranza: «La dedico anche ai miei cari familiari – dichiara – e a tutti i fratelli e le sorelle che hanno visto partire i propri cari senza neppure avere avuto la possibilità di dare l’ultimo saluto».
Già dalla prima strofa si comprende che il don considera la morte come un mero passaggio dalla terra al Cielo: “Vedo un treno che sta arrivando qua e so bene che non ripartirà / finché anch’io o tu non ci siamo saliti su / ecco che arriva è già laggiù / ma che strano treno non ha un binario, lentamente arriva ferma piano piano / il capotreno tende la sua mano, col sorriso dice è l’ora di partire”. Poi c’è il ritornello, da cui traspare la serenità del sacerdote, forte del totale affidamento a Dio: “Verrai anche tu o prima o poi, verrai anche tu sul treno con noi / non fuggire, non serve a niente lo sai, questo treno ha un posto riservato per noi / verrai anche tu non devi temere, qui con noi tu vivrai nel vero Amore”.
«L’ho scritta per dare la certezza che tutti camminiamo verso il Paradiso – dice don Felice, appassionato musicista e chitarrista -. Questa canzone, come altre (ne ha scritte oltre 70, pubblicando anche un cd, “Tutta la vita”, ndr) mi vengono dal cuore quando vivo momenti forti di comunione spirituale in Cristo. Il Signore non ci abbandona mai, nemmeno un istante».
Don Brognoli si affida spesso allo spartito e alle corde della chitarra: «Scrivo nei momenti di gioia, quando mi sento particolarmente amato dal Signore». Per eseguire la canzone “Il treno per l’eternità”, fino alla pubblicazione del video sul suo profilo Facebook, il parroco cantautore si è rivolto ad amici musicisti del calibro di Luca Nanni, Giorgino Fabbri e Stefano Nanni. «Sono tutti bravi professionisti, ma anche uomini di grande disponibilità e umiltà». I fratelli Nanni, cesenati di Gattolino, hanno partecipato all’ultima edizione di Sanremo, esibendosi a fianco di Raphael Gualazzi. Ma appena li ha chiamati l’amico sacerdote, non hanno avuto dubbi: «Gli ho mandato col cellulare la canzone e loro a casa hanno aggiunto gli strumenti e arrangiato il tutto, fino alla piena realizzazione del video».

Argomenti:

coronavirus

Forlì

sacerdote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *