FORLI’. Un primo maggio diverso, dove la tradizione e la festa fanno i conti con l’emergenza per il Covid-19. A Forlì si è celebrata anche la solennità religiosa di San Pellegrino copatrono della città e protettore delle malattie cancerogene. Il vescovo Livio Corazza ha celebrato messa nella basilica. “San Pellegrino – ha ricordato il vescovo durante l’omelia – è l’unico forlivese proclamato santo dalla Chiesa nel secondo millennio”. Il vescovo, davanti al sindaco Gian Luca Zattini, ha pregato anche “pertutto il personale medico dei nostri ospedali e dei presidi sanitari. Per gli ammalati, per coloro che sono ricoverati nei reparti di terapia intensiva, nelle case di riposo, in casa”.

Argomenti:

coronavirus

forli

primo maggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *