Forlì, “Sela Group” festeggia 50 anni

Per loro il gioco è sempre stato una cosa seria, talmente seria da farlo diventare il loro principale business. Così nel 1972 iniziarono a costruire baby cars, piccoli gioielli di manifattura per circuiti e parchi divertimento, fondando l’azienda “Sela Group”. Ora gestita interamente da Fulvio De Carlo, figlio di Donato, l’azienda si trova in via Masetti a Forlì ed è a tutti gli effetti un esempio di artigianato tecnologico che esporta prodotti italiani in tutto il mondo, dai Paesi Arabi al Centro America, dal Sud Est asiatico all’Europa.  

Si è svolta tra venerdì e sabato scorso la celebrazione dell’anniversario d’oro dei primi 50anni di Sela Group, anche alla presenza del Sindaco Gian Luca Zattini, del vicesindaco Daniele Mezzacapo e del responsabile CNA Forlì-Cesena – Area Forlì Città, Marco Lucchi. 

La celebrazione di un’impresa che ha saputo rinnovarsi, pur continuando a rimanere leader mondiale nel proprio settore. Ma qual è la storia di Sela Group e della famiglia De Carlo? 

“Tutti i grandi sono stati bambini una volta, ma pochi di essi se ne ricordano”. Alla famosa frase di Antoine De Saint-Exupery, autore del celeberrimo libro Il piccolo principe, fanno eccezione Donato e Gerardo De Carlo, fondatori nel 1972 a Forlì di Sela, oggi Sela Group S.r.l., azienda produttrice di baby cars e giochi per parchi divertimento leader del settore nel made in Italy. Dal 2019 a reggere il timone di un’impresa che per mezzo secolo ha saputo innovare su più fronti è Fulvio De Carlo, figlio di Donato, che con passione e determinazione sta portando a termine un importante rinnovamento generazionale, restando fedele ai punti di forza che hanno sempre caratterizzato la crescita aziendale. Nel corso degli anni Sela Cars è diventata Sela Group e ha continuato ad innovare e ad innovarsi nell’ambito delle attrazioni per parchi giochi. Allo stesso tempo le si è affiancato anche il marchio Camper WC Wash, specializzato nelle infrastrutture del settore area sosta camper, altro ambito in cui la capacità innovativa è fondamentale. Oggi le due aziende contano complessivamente su un team di ventitre persone. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui