FORLI’. L’elenco è piuttosto lungo: 76mila euro per il miglioramento sismico della scuola media “P. Zangheri”; 23mila euro per la manutenzione straordinaria agli impianti termoidraulici di vari edifici scolastici del forlivese; 210mila euro per l’avvio di opere inerenti il restauro e il risanamento conservativo di alcune porzioni interne ed esterne della scuola primaria “E. De Amicis” in viale della libertà e 1.350.000 euro (di cui 900mila di contributo statale) per lavori di miglioramento sismico, adeguamento antincendio, eliminazione delle barriere architettoniche ed efficientamento energetico della palazzina “Ex-Becchi”, sede del centro provinciale per l’istruzione degli adulti di via Oberdan (C.P.I.A).
“Nei prossimi mesi – spiega l’assessora alle politiche educative Paola Casara – sono previsti interventi infrastrutturali di messa in sicurezza, progettazione, ampliamento e ammodernamento di moltissimi plessi scolastici del nostro comprensorio. Si tratta perlopiù di lavori straordinari che spaziano dall’adeguamento alle norme antincendio alla messa in sicurezza e riqualificazione di numerose aule, laboratori didattici e altrettanti spazi di aggregazione. Il minimo comune denominatore di quest’ambizioso programma di investimenti è la sicurezza e l’innovazione delle nostre scuole. La parola d’ordine è investire con metodo e lungimiranza per l’educazione e la formazione delle nuove generazioni, partendo proprio dal patrimonio edilizio, per dare una risposta chiara e concreta a tutte quelle famiglie che, legittimamente, rivendicano il diritto dei loro figli di poter frequentare scuole sicure e di qualità”.  

Argomenti:

Forlì

FORMAZIONE

scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *