Forlì, ruba telefono e tenta estorsione: arrestata 30enne

La Polizia di Stato ha arrestato una 30enne forlivese con l’accusa di tentata estorsione collegata al furto di un telefono cellulare avvenuto in centro la settimana scorsa. L’arresto è stato eseguito da una Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, intervenuta a richiesta della vittima del furto che segnalava di aver ricevuto l’intimazione di pagare una somma per ottenere la restituzione del telefono.

In particolare, l’altro ieri la vittima ha chiamato il 112 NUE raccontando che la settimana scorsa gli era stato sottratto il suo telefono dall’abitacolo dell’auto e che grazie a un testimone era venuto a conoscenza che l’autrice del furto poteva essere una giovane che gravita nel quartiere Cava, della quale aveva ricevuto una descrizione fisica e pure il nome di battesimo. Quindi si era informato da conoscenti riuscendo a rintracciare quella ragazza in prossimità di un locale pubblico e l’aveva affrontata intimandogli la restituzione del maltolto. La ragazza, senza respingere la contestazione, aveva risposto che lo avrebbe restituito in un secondo momento solo previo pagamento di una somma di denaro. L’operatore della sala operativa della Polizia, apprese queste informazioni e tenuto conto del fatto che l’interlocutore stava ancora tenendo sotto controllo quella giovane, ha immediatamente inviato sul posto la volante, che è riuscita a catturare la ragazza e recuperare il telefono, occultato sulla sua persona. Colta in flagranza di reato, è stata quindi arrestata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui