Forlì. Riorganizzazione pronto soccorso, Gaudio: “Non basta creare ambulatori per i codici bianchi”

Arrivano i rinforzi in pronto soccorso. Da settembre in tutta la regione saranno operativi gli ambulatori per i cosiddetti codici bianchi e a bassa complessità affidati ai medici della continuità assistenziale (guardia medica), per rafforzare la rete assistenziale dell’Emergenza-Urgenza. E saranno attivati gli strumenti necessari per aumentare il valore economico riconosciuto per le prestazioni aggiuntive (oltre le 38 ore settimanali) che i medici e i professionisti sanitari dipendenti svolgono fuori dal normale orario di lavoro, nei Pronto soccorso per far fronte alla contingente situazione di criticità. «Si tratta di una delle tante soluzioni estemporanee che sono state trovate per risolvere il drammatico problema dei pronto soccorso – afferma Michele Gaudio, presidente dell’Ordine dei medici di Forlì.

L’articolo completo sul Corriere Romagna oggi in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui