Forlì ricorda Giorgio Zanniboni

«Attorno alla sua storia, la grande storia della città e della Romagna». È con queste parole del sindaco Gian Luca Zattini che ieri il consiglio comunale si è aperto con la commemorazione, a 10 anni dalla scomparsa avvenuta il 22 dicembre 2011, di Giorgio Zanniboni, il primo cittadino dal 1979 al 1990 e presidente del Consorzio Acque cui si deve la nascita dell’acquedotto di Romagna e «la costruzione della nuova identità e prosperità di Forlì come città non solo di imprese, ma anche del sapere» come, ricordando l’insediamento universitario sul territorio, ha affermato Federico Morgagni dai banchi di “Forlì e Co”. Anche Romagna Acque domani, alle 10.30, ricorderà congiuntamente al Comune il “padre” della diga di Ridracoli con lo scoprimento di una targa lui dedicata sulla parete della sede della società in piazza Orsi Mangelli.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui