Forlì, rapina impropria: condannato a 4 anni e 5 mesi

Era accusato di rapina impropria, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. Il giudice lo ha condannato a 4 anni, 5 mesi e 10 giorni, oltre al pagamento di una multa di 1.500 euro. Roberto Simeone, 27 anni, difeso dall’avvocato Manuela Recchioni, era stato arrestato il 9 gennaio dopo aver rubato una bottiglia di vino dal ristorante Sirtaki, in via Giorgio Regnoli. In quell’occasione era stato prima inseguito dal titolare, poi bloccato da una Volante della polizia. Un agente era stato anche colpito più volte al polso e all’avambraccio e minacciato anche di morte.

L’imputato aveva sottratto dal negozio di cucina e bottega greca, in pieno centro, una bottiglia di vino bianco esposta per la vendita. Il titolare lo aveva subito inseguito, ma era stato minacciato con la bottiglia brandita a mo’ di arma. Era riuscito ad allontanarsi, ma l’allarme per quella che si era configurata come una vera e propria rapina impropria, era subito scattato. Una Volante della Polizia intervenuta, aveva riconosciuto Simeone come il presunto responsabile dell’azione. I poliziotti lo avevano fermato, ma il 27enne non si era rassegnato, usando violenza su un vice ispettore della polizia, colpito con il telefono cellulare e il pugno sia all’avambraccio sia al polso, tanto che successivamente al poliziotto sono state riscontrate contusioni guaribili in 5 giorni. Il giovane era comunque stato arrestato essendo stata riconosciuta la flagranza di reato.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui