Forlì, rapina e lesioni: ancora guai 40enne

La Polizia di Stato ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un 40enne nativo forlivese, in relazione ai reati di rapina aggravata, lesioni personali aggravate e furto, commessi in danno di un esercente del centro storico, commerciante di generi alimentari e bevande. La misura cautelare, richiesta dal Pubblico Ministero dott.ssa Laura Brunelli e ordinata dal Giudice dott. Giorgio di Giorgio, è stata eseguita sabato scorso dalla Squadra Mobile della Questura di Forlì. Il destinatario si trovava già in carcere a causa di altre due recenti pendenze, in merito alle quali gli sono state applicate altrettante misure cautelari detentive. La decisione giudiziaria è scaturita a seguito della gravità del fatto attribuito e della pericolosità del soggetto, desunta dai suoi numerosi precedenti penali e dal susseguirsi di episodi criminosi che lo hanno visto protagonista in città nel giro di un paio di mesi. La rapina, le lesioni e i furti contestati con quest’ultima ordinanza cautelare sono riferiti a fatti commessi in centro negli ultimi quindici giorni di giugno. L’esercente preso di mira era vittima da un paio di settimane delle prevaricazioni dell’uomo, che entrava nel suo negozio prelevando generi vari, solitamente bottiglie di birra, senza pagare, minacciando il commesso e il titolare che cercavano di bloccarlo. Il titolare non aveva mai fatto denuncia, sino a quando l’aggressività dell’individuo è arrivata al culmine la sera del 29 giugno. In questa occasione, il titolare, stufo della situazione, aveva cercato di bloccare l’ingresso per impedirgli di entrare, ma a questo gesto l’uomo aveva risposto con una pesante aggressione, danneggiando anche gli infissi e rompendo una vetrata, seppur poi allontanandosi senza riuscire a prendere nulla

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui