Forlì, raccolta fondi per una nuova chiesa a Vecchiazzano

Per i Servi del Cuore Immacolato di Maria, a 15 anni esatti dal loro arrivo a Forlì, si tratta del coronamento di un sogno: una nuova chiesa per accogliere il crescente numero di fedeli che quotidianamente affluisce verso l’Opera Nostra Signora di Fatima, in via Borghina. «Gli spazi a disposizione non sono più sufficienti – dichiara il superiore della famiglia religiosa, padre Daniele Marzotto – ci accingiamo a questa nuova impresa, affidandoci totalmente alla Provvidenza divina e al buon cuore dei fedeli». La comunità forlivese è composta da tre sacerdoti e due fratelli religiosi.

Circa quattro anni fa, a fianco della residenza è stato allestito un tendone, che ha ampliato ulteriormente la capacità ricettiva dell’Opera. Col tempo è risultato insufficiente pure quello, per cui i frati hanno deciso di lanciare una raccolta fondi per avviare la costruzione della nuova chiesa, intitolata a “N. S. Rosario di Fatima”. C’è già il progetto, predisposto dallo studio RGR di Forlì, costituito dagli architetti associati Lorenzo Raggi e Luigi Gardini. Si può sostenere la costruzione della nuova chiesa dei frati di Vecchiazzano, inviando un bonifico alla Banca di Credito Cooperativo LaBCC, Iban: IT 52 B 0854213212 000000287395 intestato a Istituto Servi del Cuore Immacolato di Maria, ma anche donando il 5×1000 alla Fondazione Elsa ed Aldo Antognozzi Onlus, C.F. 97604140158.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui