Forlì, pulizia precaria: un esercizio del centro a rischio chiusura

I Carabinieri hanno denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Forlì, il titolare di un esercizio pubblico del centro cittadino, responsabile della mancata elaborazione del D.V.R. e che, nel contempo, veniva sanzionato anche per ulteriori infrazioni di carattere amministrativo e sanitario, tra cui spiccano la precaria pulizia dei locali, la mancata applicazione della procedura di autocontrollo HACCP nonché la vendita di alimenti con TMC superati di validità, infrazioni queste per cui l’ASL Romagna, che sarà informata dai militari del NAS, dovrà valutare la sospensione dell’attività.

Controlli su strada

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Forlì hanno realizzato tutta una serie di controlli a carattere preventivo sull’intero territorio del capoluogo, anche con l’ausilio dei militari specializzati del NAS Carabinieri di Bologna e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Forlì. Sono state identificate 97 persone e controllate 75 veicoli, contestando diverse violazioni al Codice della Strada.

Rifiuta di esibire i documenti

Sono state eseguite numerose verifiche con l’utilizzo dell’etilometro, attività questa che è costata una denuncia in stato di libertà e la patente a due forlivesi per il reato di guida in stato di ebbrezza alcolica.

Denunciato a piede lbero un utente della strada che al momento del suo controllo, in maniera del tutto immotivata ed ingiustificata, rifiutava di esibire ai militari i suoi documenti di guida e di identità.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui