Forlì, proroga per i dehors

Prorogato lo stato di emergenza nazionale e rafforzate le misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19 con l’introduzione dell’obbligo del possesso del “super green pass” per chiunque intenda consumare all’interno di bar e ristoranti, il Comune di Forlì cerca di venire incontro agli imprenditori del settore e ai cittadini. Come? Prorogando anch’esso le concessioni in essere sull’occupazione di suolo pubblico e privato utilizzato per l’allestimento dei dehors. La misura, adottata in aprile, il 15 novembre scorso era già stata estesa a tutto il 2021, con scadenza quindi al 31 dicembre. Ora, con una delibera di giunta votata il 22 dicembre e quindi, il giorno prima dell’approvazione in consiglio dei ministri delle nuove norme, l’Amministrazione si adegua al termine dello stato di emergenza sanitaria e proroga al 31 marzo le concessioni temporanee in deroga per gli spazi esterni ove collocare i tavoli di bar e ristoranti. Non si tratta di nuove opportunità per chi non ne avesse già predisposti, ma della possibilità di continuare a sfruttarli per i primi tre mesi del 2022 al fine di favorire il distanziamento delle persone, per coloro che li hanno allestiti. E con le nuove misure adottate dal Governo, non solo si sentiranno più sicuri coloro che, comunque, il green pass rafforzato lo posseggono, ma avranno la possibilità di sedersi e consumare esternamente anche le persone che non lo detengono. I dehors consentiti, infatti, sono quelli strutturati con ombrelloni, arredi amovibili e funghi per il riscaldamento ma senza copertura, fino a un massimo del 200% della superficie di somministrazione interna.


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui