Forlì, in piazza con oggetti contundenti: denunciato

Forlì, in piazza con oggetti contundenti: denunciato

FORLI’. La Polizia di Stato ha denunciato alla magistratura un cittadino rumeno di 22 anni trovato in piazza Saffi durante il pomeriggio in possesso di strumenti atti ad offendere. Il controllo, operato da una volante dell’ufficio Prevenzione Generale, ha portato al ritrovamento nello zaino del giovane, di un “nunchaku” con due cilindri in legno lungo complessivamente 76 cm uniti da una catena di metallo lunga 15 cm e di un “kubotan” di piccole dimensioni usato come portachiavi. I due oggetti, avendo come destinazione finale l’offesa, venivano sequestrati in quanto il ragazzo non era in grado di giustificarne il porto. Altri interventi hanno riguardato ubriachi all’interno di due diversi locali. Nel primo caso, la segnalazione è giunta sabato pomeriggio in Questura da parte di un addetto alla sicurezza di un esercizio commerciale della zona Portici, che aveva notato un individuo che barcollava e pronunciava frasi sconnesse. Quando la Volante è sopraggiunta, lo ha identificato e sanzionato per lo stato di manifesta ubriachezza. Si trattava di un cittadino rumeno di 37 anni. Stessa sanzione è stata comminata ad un cittadino marocchino 24enne e ad un italiano 32enne, trovati in nottata in stato di manifesta ubriachezza all’interno di un esercizio pubblico del centro, dove si erano reciprocamente colpiti durante una furiosa lite. A chiamare la Polizia, in questo caso, è stato il gestore del locale. Infine, un 26enne rumeno residente a Galeata è stato segnalato alla Prefettura di Forlì in quanto trovato in possesso di un modico quantitativo di hashish per uso personale. La segnalazione è nata dall’iniziativa della Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale, che stava monitorando una zona segnalata per situazioni di degrado urbano e notando un gruppetto di giovani appartato dietro una cabina Enel li ha sottoposti a controllo, accertando il possesso dello stupefacente in capo allo straniero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *