Forlì, piano contro le barriere architettoniche

Entrano nella fase operativa le attività relative alla predisposizione del Peba, il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche del Comune di Forlì: avviate le indagini conoscitive dei bisogni e delle criticità, somministrando anche un questionario ai cittadini. Da alcune settimane è già stata avviata la fase di rilevazione sul campo: tecnici specializzati stanno effettuando un rilievo della viabilità pedonale dei percorsi e il censimento puntuale delle barriere architettoniche presenti. L’accessibilità in condizioni di adeguata sicurezza e autonomia dei luoghi chiusi e aperti, dei servizi e delle attrezzature della città anche da parte delle persone con ridotta capacità motoria o sensoriale rappresenta un requisito imprescindibile per una città vivibile, sicura ed ospitale. «Garantire la massima accessibilità agli spazi e ai luoghi della città di Forlì ai cittadini in condizioni di fragilità, e non solo, è un obiettivo complesso e non perseguibile in tempi brevi – spiegano dall’Amministrazione – per questo è importante dotarsi di uno strumento organico come il Peba per affrontare il tema attraverso una visione di sistema mediante una programmazione graduale di interventi sul territorio e di azioni culturali, formative e progettuali, definendo priorità e fonti di finanziamento». Il questionario, in forma totalmente anonima, sarà compilabile fino al 31 maggio cliccando sul link presente sul sito del Comune e sulla homepage del sito di Fmi, www.fmi.fc.it, o anche in forma cartacea presso lo sportello di Fmi in via Lombardini 2 e presso lo sportello Urp in Piazza Saffi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui