Forlì, pacco contraffatto con 80 paia di calzini dalla Cina: rischiava 11mila euro di multa

Aveva ordinato dalla Cina 80 paia di calzini sportivi per poi rivenderli a società sportive e privati, ma il suo pacco è stato fermato alla dogana di Bologna come merce con marchio contraffatto e lui è finito sotto processo. Per un imprenditore forlivese 35enne tutto si è risolto davanti al giudice monocratico di Bologna Lisa Guarnieri, con una assoluzione perchè il fatto non costituisce reato, ma le accuse di introduzione nello Stato di merce con marchio contraffatto e ricettazione avevano portato a un decreto penale di condanna, al quale l’imputato ha fatto ricorso attraverso gli avvocati Marco Bressanello e Alberto Trombini, e che prevedeva una sanzione di 11mila euro.

Servizio sul Corriere in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui