Foto: Fabio Blaco

Tempo di bilanci anche per la Polizia Locale che, oltre ad essere impegnata sul fronte dei controlli per il rispetto delle normative anti Covid, ha comunque proseguito i normali servizi anche a tutela della sicurezza stradale. I divieti e le limitazioni imposti, hanno ovviamente determinato una diminuzione della circolazione stradale e conseguentemente di tutte le violazioni a questa connesse, compresa l’incidentalità  che ha comunque registrato 728 sinistri (- 226 rispetto al 2019 ) di questi 374 con lesioni, di cui 3 con esito mortale, e 354 con danni alle sole cose, rilevati dalla Polizia Locale forlivese. L’utenza debole protagonista degli incidenti stradali del 2020 sulle nostre strade, ha visto coinvolti 138 ciclisti, 37 pedoni e 103 motociclisti. I sinistri rilevati, determinati dall’abuso di alcool e dall’uso di sostanze stupefacenti  sono stati 53. Nell’ambito dei controlli finalizzati alla sicurezza stradale messi in campo dalla Polizia Locale forlivese, sono inoltre emerse 447 violazioni per il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, 236 per l’uso non regolare del cellulare durante la guida, sono state inoltre ritirate 153 patenti di guida, di cui una parte in seguito al superamento dei limiti di velocità, da cui sono scattate nell’anno ben 1770 sanzioni rilevate anche grazie alle strumentazioni quali autovelox, o dalle stazioni ” Velo-Ok ” poste nei diversi punti del nostro Comune. Infine 150 sono state le violazioni per la mancata copertura assicurativa del veicolo, mentre 156 quelle per l’omessa revisione. 

Argomenti:

Forlì

polizia locale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *