Forlì, multe: l’Unione ha incassato 2,8 milioni di euro

Quasi 2,8 milioni di euro incassati dalle 15 amministrazioni che fanno parte dell’Unione dei Comuni, per le violazioni al Codice della strada. È quanto reso noto dal Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli affari interni e territoriali, in una relazione nella quale viene anche indicato l’utilizzo dei soldi, come previsto dall’articolo 208 del Codice stesso. L’Unione del Comuni della Romagna Forlivese ha incassato nel 2021 (quindi nella formulazione a 15, compresa Forlì) 2 milioni 799.727,24 euro.

Nella relazione del Ministero dell’Interno viene indicata anche la destinazione dei proventi derivanti dall’accertamento delle violazioni: ad esempio per interventi di sostituzione, ammodernamento, potenziamento, di messa a norma e di manutenzione della segnaletica delle strade di proprietà dell’ente, sono andati 345.043,75 euro; stessa cifra per il potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei propri corpi di polizia, mentre 690.087,49 euro sono andati per manutenzione delle strade, installazione, ammodernamento, potenziamento, messa norma delle barriere, sistemazione del manto stradale, redazione dei Piani generali del traffico urbano; interventi a tutela degli utenti deboli, educazione stradale nelle scuole, assistenza e previdenza per il personale. A queste sanzioni si aggiungono 39.377,27 euro derivanti dalla violazione dei limite di velocità, che vanno per la manutenzione e messa in sicurezza delle infrastrutture stradali.


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui