Forlì, morto Sergio Carrea: mondo del volontariato in lutto

Forlì piange la morte di Sergio Carrea, simbolo del volontariato cittadino. “Il Comitato per la Lotta contro la Fame nel Mondo – si legge in una nota – è in lutto per la scomparsa di Sergio Carrea: dopo il sisma del 2016 guidò la solidarietà forlivese verso Caldarola e Castel Santangelo sul Nera. Dopo la terribile scossa del 24 agosto 2016, col Comitato, Sergio ha guidato l’appello alla solidarietà che ha avuto l’adesione di aziende, istituzioni e cittadini e in breve ha raccolto 285.000 euro con cui a Caldarola è stata realizzata una struttura polifunzionale intitolata ad Annalena Tonelli. Inaugurata il 10 settembre 2017 la struttura, di 250 metri quadrati, antisismica, è dotata di impianti di condizionamento, riscaldamento, aerazione, impianto fotovoltaico, con una capacità fino a 200 persone, adattabile modularmente, come mensa (per le persone addette alla ricostruzione), per attività scolastiche (la ricostruzione della scuola non era ancora iniziata), per eventi (il teatro, molto attivo, inagibile) e come punto di raccolta (la terra continuava a tremare ed era importante avere un punto di ricovero sicuro e confortevole).

Sergio Carrea

Inoltre per Castel Santangelo sul Nera è stata acquistata e donata una grossa ruspa per contribuire alla rimozione delle macerie.

Condurre e realizzare quelle opere, in una stato di estremo disagio e confusione, è stata impresa “folle” che solo la serietà, l’intransigenza e determinazione di Sergio, assieme al suo grande cuore, ha permesso di realizzare in tempi brevi.

Il sindaco di Caldarola Luca Maria Giuseppetti: “Ricordo i momenti difficili che insieme alla mia amministrazione e alla comunità abbiamo affrontato subito dopo il sisma e Sergio, con i tanti amici del Comitato per la lotta contro la fame nel mondo, ci ha teso la mano per aiutarci a rimetterci in piedi. Ci ha trasmesso l’immensa passione e l’altruismo che Annalena Tonelli aveva a sua volta comunicato a tutti i suoi concittadini di Forlì. Ti ricordiamo Sergio con tanto affetto e sarai sempre uno di noi!”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui