Forlì, morto l’imprenditore Umberto Rondoni

Cordoglio nel mondo imprenditoriale forlivese per la morte di Umberto Rondoni, già amministratore dell’impresa edile Soles. I funerali si svolgeranno lunedì 4 aprile alle 15 nella chiesa del Suffragio, in corso della Repubblica. La camera mortuaria all’ospedale “Morgagni Pierantoni” sarà allestita da oggi pomeriggio. L’imprenditore è morto a 88 anni l’1 aprile dopo una lunga malattia e un ricovero all’Hospice di Forlimpopoli. Originario di Cervia, era giunto a Forlì da ragazzo proprio per compiere gli studi di ragioneria. A scuola aveva conosciuto Giovanna, figlia dell’imprenditore edile Nino Gardini, che successivamente sposò e dalla quale ha avuto tre figli: Alessandro, giornalista, Davide, poeta e scrittore, ed Elisa, docente di lingua e letteratura inglese. Per anni protagonista nel settore delle costruzioni e dell’immobiliare forlivese, è stato amministratore dell’impresa Soles, derivata da quella del suocero Nino Gardini.

Il cordoglio di Romagna Acque

In una nota Romagna Acque esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Rondoni, per molti anni a capo della Soles. “Proprio la Soles, negli anni 80, progettò e costruì per Romagna Acque diverse delle torri dell’acquedotto che ancora oggi caratterizzano molte nostre località balneari, come Cervia, Cesenatico, Sala e Villalta – ricorda Pier Paolo Marini, che è stato a lungo direttore generale di Romagna Acque -. Il sistema da loro ideato per innalzare e utilizzare queste torri, sperimentato proprio grazie ai nostri impianti, ebbe grande successo e fu poi replicato in tutto il mondo. E conferma ancora oggi di essere un’opera di ingegneria eccezionale, che funziona ottimamente da ormai quarant’anni”.

“Non l’ho conosciuto personalmente, ma so quanto sia stato importante il contributo di Rondoni e della sua azienda allo sviluppo della nostra società – gli fa eco il presidente, Tonino Bernabè -. Per questo voglio esprimere ai figli le condoglianze mie e di tutto il consiglio di amministrazione di Romagna Acque”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui