FORLI’. La Procura vuole vederci chiaro sui decessi e sui contagi nelle case di riposo forlivesi. Sulla “Zangheri”, certo, al centro delle polemiche degli ultimi giorni, e dove ieri si è contata un’altra vittima, un 97enne. Ma non solo. Non c’è nessun fascicolo aperto in piazzale Beccaria, ma il procuratore di Forlì Maria Teresa Cameli ha dato mandato di acquisire tutte le informazioni necessarie per appurare se tutto si sia svolto secondo le procedure di sicurezza, oppure se qualcosa non abbia funzionato nelle disposizioni per tenere lontano il contagio. Documentazioni che dovranno fare luce sulla catena di controllo degli istituti. Nessuna denuncia è stata presentata alle autorità, ma la Procura si è mossa in maniera autonoma per tutelare sia i cittadini sia le stesse case di riposo.

Argomenti:

case riposo

coronavirus

Forlì

Procura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *