Forlì, mercato coperto: i lavori si spostano al piano superiore

Il Comune è pronto a recuperare il piano superiore del mercato coperto, una volta occupati dalla scuola “Flavio Biondo” e dall’istituto “Saffi”. Lo scopo è quello di riqualificare l’intero stabile e trasferire all’interno alcuni uffici comunali e un distaccamento del comando della Polizia Locale. I lavori, finanziati dal Pnrr per una spesa complessiva di 4 milioni di euro, inizieranno a febbraio 2023 e dovrebbero terminare nell’agosto 2024. L’intervento che fa riferimento a questo stralcio attuativo riguarda in larga parte la riqualificazione del corpo di fabbrica costituente l’ala destra del complesso (avendo alle spalle Piazza Cavour) che si sviluppa parallelamente a via Matteucci oltre alla sistemazione dell’ala del fabbricato corrispondente alla facciata monumentale del mercato coperto. Gli ambienti che insistono su tali porzioni del complesso saranno adibiti ad uffici del Comune. Essendo lo stato attuale delle finiture abbastanza degradato si procederà ad un rifacimento completo delle stesse, preceduto da un importante intervento di carattere strutturale che consisterà nel consolidamento degli attuali solai e nel miglioramento globale delle strutture in elevazione attraverso l’inserimento di elementi in carpenteria metallica. A completamento, verranno eseguiti nuovi impianti di riscaldamento e raffrescamento oltre agli impianti elettrici. Dal momento che il centro storico è sguarnito di una sede dei vigili urbani (quella di corso Diaz aperta nel 2019 è chiusa e gli spazi sono stati assegnati al comitato di quartiere, ndr), si procederà nel recupero dell’ex scuola media “Flavio Biondo” anche per riportare nel cuore della città la Polizia Locale. «Confermiamo quanto deciso in passato – dice l’assessore ai lavori pubblici, Vittorio Cicognani –. Una volta terminati i lavori, la volontà dell’Amministrazione è adibire alcuni spazi per i vigili così che si possa tornare ad avere un presidio in centro storico». Il che, però, non significa che l’intero comando verrà trasferito di nuovo dentro le mura della città, questo rimarrà comunque in via Punta di Ferro. Insomma, viene individuata l’ex scuola “Flavio Biondo” con i suoi 1.600 metri quadrati per creare un presidio dei vigili urbani dove i cittadini possano, per fare un esempio, pagare le contravvenzioni e garantire, magari, anche un servizio notturno con qualche agente.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui