Forlì, malumori tra i farmacisti per la gestione Covid

Una parte dei farmacisti, 22 tra quelli iscritti all’Ordine di Forlì-Cesena, hanno presentato durante l’assemblea che si è tenuta a Forlì, una lettera nella quale tornano ad esprimere il proprio disappunto su una serie di decisioni e posizioni, prese dalla Federazione Ordini farmacisti italiani e dagli Ordini professionali. Il documento è stato letto su concessione del presidente dell’Ordine. Una missiva che manifesta un malcontento in parte della categoria su alcuni punti specifici: «L’irragionevolezza dell’obbligo vaccinale – hanno detto i firmatari –; un obbligo vaccinale non rispondente al principio di proporzionalità; il mancato aggiornamento del contratto remunerativo, per coloro i quali possono ancora professare la mansione del farmacista».

Servizio sul Corriere in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui