Forlì, malore fatale per un 69enne nel suo podere a Cusercoli

È stato stroncato probabilmente da un infarto Alvaro Capacci, 69enne forlivese, che stava lavorando nel suo terreno nella frazione di Collina, a Cusercoli. L’uomo, che vive a Forlì, si era rifugiato in cerca di fresco nell’Appennino dove ha una casa. Era insieme alla moglie e dopo aver lavorato nel suo terreno, all’interno di un piccolo bosco, era rientrato a casa. Verso le 20 si è accorto di aver dimenticato qualcosa sul posto ed è uscito nuovamente per tornare nel boschetto. La moglie lo ha atteso oltre un’ora, poi ha deciso di avvertire la figlia a Forlì del mancato ritorno del padre, chiedendole di raggiungerla, uscendo a sua volta verso il terreno. Lungo il percorso, però, lo ha trovato a terra, privo di sensi. Immediatamente è scattato l’allarme al 118, ma per l’uomo, già in passato con problemi cardiaci, non c’era nulla da fare.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui