Forlì, le lezioni universitarie tornano in presenza

Non sarà più possibile seguire le lezioni universitarie a distanza. L’Ateneo di Bologna torna alla normalità dopo la pandemia con la didattica in presenza. Ecco come sarà strutturato il prossimo anno accademico. «L’Ateneo – spiega Francesca Rondoni, coordinatrice dell’associazione Unione degli Universitari – ha scelto la modalità blended al 35%. In pratica, all’interno di ogni corso, 5 insegnamenti forniscono materiale online anche a chi non frequenta. Resta il fatto che anche così le lezioni non le puoi seguire da casa».

C’è una motivazione dietro questa scelta. «Questa rigidità – prosegue Rondoni – ha preso piede per paura che l’Università diventi telematica. La governance sottolinea l’importanza di un pubblico in carne ed ossa per i professori». L’Università cerca di riprendere le forme che aveva prima della pandemia e che aveva avuto fin dalla sua nascita. Secondo alcuni studenti questa formula non manterrebbe però tutti i principi originari. «In questo modo – sottolinea la coordinatrice – il diritto allo studio non è più alla base perché non comprende più tutte le categorie di studenti. Noi cercheremo di portare avanti qualcosa di concreto, tramite la via istituzionale, per cercare di far cambiare qualcosa».

Servizio sul Corriere in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui