Forlì, lavori anti sismici in Fiera

A breve i padiglioni della Fiera di Forlì saranno oggetto di un nuovo intervento di miglioramento strutturale per un importo stimato di 150mila euro. «Si tratta di un secondo stralcio già preventivato – spiega Gian Luca Foca, dirigente comunale –. Il Comune, infatti, due anni fa ha ricevuto un finanziamento di 350mila euro da parte della Regione e della Protezione Civile per il miglioramento sismico della struttura. Questo è l’atto conclusivo dell’intervento, anche se in futuro non se ne escludono altri».

Ricapitolando. Un primo stralcio di lavoro, già concluso, è servito per integrare i dispositivi di fermo sismico del blocco edificato nel 1982, antecedente quindi alla normativa che di lì a pochi anni avrebbe interessato, invece, il secondo blocco dei padiglioni. «In sostanza siamo intervenuti laddove questi dispositivi, di fatto, non erano presenti – sottolinea Foca –. Ora stiamo procedendo per completare il progetto». Nello specifico 150mila euro serviranno per andare ad inserire i rinforzi di una parte dei 54 campi che costituiscono l’edificio della Fiera di Forlì. «Un’opera importante che ci consentirà di avere una struttura utilizzabile dalla Protezione Civile in casi di emergenza, come ad esempio un’alluvione. In futuro, cercheremo anche altri finanziamenti per il miglioramento sismico della Fiera e riuscire a mettere mano anche ai restanti campi. Il progetto di oggi, infatti, può essere replicabile».


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui