Forlì, la polemica: “lascia a terra una busta di carta con fogli strappati, immigrato multato di 200 euro”

Multato un immigrato per avere buttato della carta. Forlì Città Aperta denuncia una discriminazione con una lettera aperta: “Si segnala la vicenda di un ragazzo immigrato a cui nelle scorse settimane è stata notificata una sanzione di oltre 200 euro per abbandono di rifiuti urbani in una via del centro storico, ed esattamente una busta di carta contenente dei fogli strappati.

L’accertamento è stato effettuato dalle Guardie Ecologiche Volontarie, a cui il comune di Forlì ha affidato la vigilanza in materia di abbandono dei rifiuti.

Dal verbale risulta che le guardie ecologiche sono risalite al suddetto ragazzo in quanto all’interno della busta, rinvenuta in strada, oltre a dei fogli strappati, è stato trovato un avviso per il ritiro di un referto medico intestato allo stesso.

Il ragazzo, negli scritti difensivi presentati al Sindaco, nel contestare di essere il responsabile della violazione, precisa che la busta potrebbe essergli caduta involontariamente nel percorrere la strada ove è stata rinvenuta, strada che non è quella dove si trovava la sua abitazione, ma che attraversava per recarsi a casa.

L’illecito non è stato contestato direttamente al presunto trasgressore; si è risaliti a lui d’ufficio, all’atto della compilazione del verbale di accertata violazione, dando per scontato che il trasgressore fosse colui a cui era intestato l’avviso di ritiro del referto medico.

Ci chiediamo se, prima di elevare la sanzione, non fosse stato il caso di ascoltare la versione di colui che ritenevano essere il responsabile, al fine di effettuare una corretta valutazione dei fatti e restituirgli l’avviso di ritiro del referto contenuto nella busta rinvenuta.

Un minimo dubbio sulla responsabilità del ragazzo, guarda caso un immigrato, e un po’ di buon senso, avrebbero evitato alle GEV di agire frettolosamente, costringendo il ragazzo ad avviare la procedura amministrativa di giustificazioni, non semplicissima soprattutto per chi non è esperto nella materia e per di più non è perfettamente padrone della lingua italiana”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui