Forlì. La Misericordia cerca volontari

«Vi invitiamo a far parte, come soci attivi, della famiglia della Confraternita di Misericordia di Forlì e San Benedetto in Alpe, che opera per servizi sanitari e sociali a Forlì, zone limitrofe e nel territorio montano di Portico e San Benedetto». L’appello è stato diffuso tramite i social dal presidente del sodalizio Alberto Manni. «Molti anziani, ammalati e persone con disabilità – spiega – si rivolgono alla nostra associazione per il servizio di trasporto con i nostri automezzi debitamente attrezzati, ma tante volte non siamo in grado di dare risposta alla loro richiesta di aiuto per mancanza di volontari». La Confraternita di Misericordia di Forlì e San Benedetto in Alpe è sorta il 14 novembre 2018 dalla fusione per incorporazione della Misericordia di Forlì con l’omologa di San Benedetto. La sua azione continua nel solco del servizio socio-assistenziale svolto dalle due realtà originarie, nell’ambito della “Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia”. Se la Misericordia forlivese, nata nel 2010, arrivò alla condivisione di energie ed intenti forte di 138 soci, l’omologa di San Benedetto, operativa sin dal 1973, ha recato in dote al nuovo soggetto 44 aderenti, per un totale di 182 soci, di cui 88 operativi. Alberto Manni si rivolge alle persone dai 18 agli 80 anni, «perché abbiamo bisogno urgente di volontari. Basta avere la patente B e il Btp”. Per divenire volontario della Misericordia è sufficiente «dare la propria disponibilità per qualche ora in un giorno a scelta della settima», oltre al desiderio di portare il proprio servizio di volontariato nello spirito delle Opere di Misericordia «con gratuità, solidarietà e fratellanza». Durante la pandemia, il sodalizio ha collaborato con i Comuni del territorio per trasporti vaccinazioni e servizio spesa a domicilio, in collaborazione con Aism, Caritas e Comitato per la lotta contro la fame nel mondo. Per le attività del servizio ambulanza è invece convenzionato con la Asl Romagna, in particolare per il Pronto intervento con infermiere a San Benedetto il sabato, la domenica e festivi dalle 8 alle 20, insieme al Soccorso Alpino. I numeri attuali della Misericordia di Forlì e San Benedetto in Alpe parlano di 150 soci, una quarantina dei quali attivi per i trasporti sociali e sanitari (autisti e accompagnatori). Nel 2021, grazie al mezzo in dotazione a San Benedetto e ai tre a disposizione di Forlì, 21 autisti volontari hanno svolto 2.500 servizi, percorrendo in totale 52mila km. Al 31 maggio di quest’anno i viaggi sono stati 1.200 con circa 22mila km percorsi. Per informazioni ci si può rivolgere al responsabile dei servizi sociali Gilberto Girani (347.7786750).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui