“Pratiche sociali di liberazione”: con la 27ª edizione del festival Crisalide, Masque Teatro ha voluto prendere in qualche modo posizione sulla situazione che da qualche mese ha travolto il pianeta. «Crediamo fondamentale – afferma infatti il regista e direttore artistico di Masque, Lorenzo Bazzocchi – che la pratica teatrale ritorni dove essa nasce, in quel luogo di libertà che è il palcoscenico. E Crisalide sarà uno tra i primi esperimenti di ritorno del pubblico nel luogo deputato per il teatro, in questo caso negli spazi del teatro Felix Guattari».

L’ex Filanda Maiani di Forlì (via Orto del Fuoco, 3) ospita quindi per due fine settimana concerti, incontri, performance teatrali, video-arte «ponendo il quesito – afferma ancora Bazzocchi – sul senso del mettere in relazione un accadimento biologico e nella sua natura nefasto, con una attività che ha in sommo grado depositato il desiderio di uscire dalla materialità e dalla finitezza, per ambire a una condizione di levità che sempre è sembrata poter proteggere l’idea originaria, quasi da renderla inattaccabile da qualsivoglia contingenza. Il quesito, in definitiva, su come raccogliersi in sé stessi e promuovere, nel medesimo tempo, la propria soggettività oltre i confini dell’ignoto, sentire dell’altro e con questo intessere una alleanza, una pratica che liberi».

L’inaugurazione è affidata, oggi (ore 21) allo spettacolo della compagnia bolognese Ateliersi “La mappa del cuore di Lea Melandri”, cui segue alle 22 il concerto del contrabbassista Giacomo Piermatti.

Ateliersi conduce un viaggio emotivo attraverso la rubrica di Lea Melandri pubblicata su Ragazza In, il settimanale per adolescenti in voga negli anni 80: fra le sue pagine si incontrano i Duran Duran e Jean-Luc Godard, i consigli dell’endocrinologo e i tarocchi… Le risposte alle mille domande delle adolescenti di una società in trasformazione le dà proprio Lea Melandri, figura di riferimento del femminismo e del movimento non autoritario, tramite una rubrica di corrispondenza che apre un dialogo tra lettori con stimoli di carattere psicoanalitico, poetico e letterario.

Il contrabbassista Giacomo Piermatti interpreta con finezza e talento le pagine dei più grandi compositori per contrabbasso, in special modo per quanto riguarda la musica contemporanea, collaborando con autori come Terry Riley, Butch Morris, Sofia Guabaidulina, Hans Werner Henze.

www.masque.it. Biglietto: 5 euro

Argomenti:

CRISALIDE

Forlì

teatro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *