Forlì, il medico di famiglia: “L’influenza insieme al Covid sarebbe disastrosa”

«L’influenza di quest’anno sarà più aggressiva di quella che abbiamo conosciuto in passato». È un avvertimento, quello di Vincenzo Immordino, medico di medicina generale e segretario provinciale di Simet, Sindacato italiano dei medici del territorio, che mira a sensibilizzare i cittadini sull’importanza di vaccinarsi anche contro l’influenza stagionale. «L’anno scorso era quasi sparita – ricorda il medico –. Le mascherine, il distanziamento sociale, le vaccinazioni che erano aumentate quasi del 20%, e l’assenza di occasioni di incontro hanno fatto sì che la trasmissione del virus venisse quasi azzerata. Ma quest’anno non sarà così». Oltre all’influenza, però, continua a circolare anche il Covid e il rischio maggiore, mette in guardia subito il medico Immordino, è quello di «contrarre sia Covid che influenza: se li si prende a poca distanza l’uno dall’altra, o se il fisico rimane debilitato da una delle due patologie, è chiaro che poi alla seconda infezione, quale che sia delle due, le conseguenze saranno gravi». La concomitanza delle due infezioni sarebbe infatti «disastrosa» in quanto «l’una moltiplicherebbe l’effetto dell’altra».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui