Forlì, l’appoggio di Papa Francesco al progetto di Andrea Francia

Ha già l’appoggio di papa Francesco. Il missionario forlivese Andrea Francia, operante in Guatemala dal 2005, è pronto alla nuova sfida umanitaria: un progetto di case famiglia per ragazze abusate. In oltre 15 anni di impegno in una delle aree più povere del pianeta, Francia ha già lasciato un segno indelebile: la Ciudad de la Felicidad. Ad Esquipulas, cittadina di 40.000 abitanti al confine con l’Honduras, famosa in tutta l’America Latina per il santuario del Cristo Nero, visitato ogni anno da due milioni di pellegrini, il volontario ha infatti realizzato un villaggio di 10 case per bambini di strada. In questo periodo i “niños de la calle” sono un’ottantina, accuditi dalle suore della congregazione di Marta Y Maria coordinate da suor Edilsa. Nell’area recintata del Villaggio della Gioia operano anche una Casa per anziani e una clinica medica per persone molto povere, la cui sala analisi è stata recentemente dedicata all’imprenditore forlivese Marino Bandini. Nell’incontro che i vertici di Marta y Maria hanno avuto nell’ottobre scorso in Vaticano, il pontefice argentino ha insistito perché vengano prontamente realizzati luoghi di accoglienza e cura della miriade di bambine abusate presenti nel paese centroamericano. «Adesso la vostra urgenza caritativa è quella», avrebbe dichiarato papa Francesco, che, a sostegno del nuovo sforzo umanitario richiesto al volontario forlivese, ha diffuso persino un video.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui