Forlì, l’Amr: “Scuola, il servizio bus è pronto”

Settembre si avvicina e va organizzata la ripartenza della scuola in sicurezza. Oltre alle partite legate al green pass e alla creazione di spazi adeguati per garantire le lezioni in presenza c’è anche l’aspetto del trasporto pubblico. Lo scorso anno non sono mancate le polemiche e per quello che inizierà a breve, nel quale l’obiettivo principale è quello di garantire le lezioni in presenza, non mancano le perplessità sul fronte dei trasporti.

«Sono stati riattivati i tavoli prefettizi per il coordinamento tra scuole, aziende di trasporti e istituzioni – afferma Guido Guerrieri, Amministratore unico di Amr (Agenzia mobilità Romagna) – abbiamo incontrato l’assessore regionale per capire in quali condizioni dovrà avvenire la ripresa dell’attività scolastica. Oggi la capienza prevista per gli autobus è all’80% e non al 50% come accadeva durante l’anno scolastico terminato, quindi a parità di studenti che prendono l’autobus servono meno mezzi. Però è anche vero che se sarà garantita la didattica in presenza al 100% gli studenti in classe saranno di più dello scorso anno accademico. La Regione ha confermato la disponibilità di risorse aggiuntive per fronteggiare le necessità – prosegue Guerrieri – quindi, forti anche dell’esperienza già passata non dovrebbero esserci grossi problemi organizzativi per il trasporto pubblico scolastico».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui