Forlì, in tre mesi 4 milioni di ore di Cig

Nella provincia di Forlì-Cesena sono già 4 milioni 116 mila 973 le ore di cassa integrazione utilizzate nei primi tre mesi del 2021 che hanno, però, salvaguardato 1.800 posti di lavoro. Un numero elevato che preoccupa la Cgil, anche dopo le ultime modifiche apportate ieri al decreto Sostegni bis dal Consiglio dei Ministri. Per andare incontro alle esigenze dei lavoratori è stata inserita la norma “antilicenziamenti” voluta dal ministro del Lavoro Andrea Orlando, secondo la quale il blocco dei licenziamenti verrà prorogato al 28 agosto per le aziende che chiederanno, entro fine giugno, la cassa integrazione ordinaria con causale Covid-19. A Forlì-Cesena nel corso del 2020 si sono persi 3.755 posti di lavoro, ovvero si registra un calo del 2,1% rispetto al 2019. Nello stesso anno, però, il blocco dei licenziamenti e il ricorso alla cassa integrazione con oltre 22 milioni di ore utilizzate hanno consentito una tenuta occupazionale di più di 10mila 800 posti. Questi dati restituiscono una chiara fotografia di quali effetti la pandemia ha provocato, e tuttora provoca, sul mercato del lavoro in territorio provinciale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui