Forlì, il tiro con l’arco non sarà “sfrattato”

L’associazione sportiva di tiro con l’arco Quarry potrà continuare la propria attività nel campo di allenamento di San Martino in Strada nonostante i lavori, non ancora iniziati a tutti gli effetti ma ormai imminenti, di realizzazione del nuovo ciclodromo comunale. Solo una volta che quest’opera sarà stata ultimata, per gli arcieri forlivesi si renderà necessario trovare un’altra destinazione. È questa la soluzione che è stata concordata con l’amministrazione comunale dopo le preoccupazioni che, a inizio estate, l’associazione sportiva aveva manifestato a causa del perdurante stallo sul reperimento di una nuova sede. L’area, di proprietà comunale, situata tra via Campo degli Svizzeri e via Mazzatinti, è da tempo destinata alla realizzazione della pista d’allenamento per i giovani ciclisti delle società cittadine. Il problema è che altre destinazioni non era stato possibile trovarle. E in realtà non lo è tuttora. Il Comune ha comunque cercato di ovviare al problema e un espediente è stato definito, accontentando la Quarry. «Firmeremo una convenzione per un rinnovo del comodato d’uso degli stessi terreni, soltanto leggermente ridotti poiché in una loro porzione dovrà sorgere un tratto del ciclodromo – spiega Moreno Canestrini, presidente dell’associazione sportiva –. Vi potremo restare sino alla fine dei lavori di prossima esecuzione e questo ci permette di continuare nella nostra attività all’aperto a partire da settembre, per i mesi autunnali e per la prossima primavera. Solo una volta completata la nuova struttura, dovremo lasciare al comune le aree».


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui