Forlì, il centro si anima il mercoledì sera

L’estate? Passa in centro storico e il Comune spera, anzi è convinto, che sempre più forlivesi passeranno anche dal centro per trascorrere le loro sere d’estate. E’ il motivo per cui, a partire da questo mese, tornano non solo gli ormai consolidati “Mercoledì del Cuore”, ma questi non resteranno la sola occasione propizia per vivere una notte tra musica e spettacoli dentro e attorno a piazza Saffi, bensì diventeranno l’aperitivo di un weekend lungo «e pieno di appuntamenti sino alla domenica ogni settimana». Parola dell’assessora al centro storico, Andrea Cintorino, che così annuncia il via libera al programma che per due mesi vedrà i mercoledì forlivesi non forse tingersi di nuovo, ma assumere una rilevanza diversa. A partire dalla denominazione ufficiale del cartellone che li ospita: “L’estate passa in centro”, appunto.

Si parte mercoledì, l’8, per le prime cinque serate che avranno ognuna anche una connotazione speciale. La notte inaugurale sarà scandita dall’allegria dei “Musicanti di San Crispino” con la loro parata in musica per le vie del centro creando un’atmosfera divertente e originale. Mercoledì 15 ecco “Aspettando la Mille Miglia” con raduno in piazza Saffi di aiuto e moto da corsa d’epoca portate in esposizione dai club e dalle scuderie del territorio. Il 22 giugno “Fiesta: spettacolo di strada tout public”, con trampoli, fisarmoniche, tamburi coperti di pennacchi, mascheroni, flicorni, ali d’angelo a cura del “Teatro Due Mondi”. Abbinato (e allestito anche il 29) torna “Piazze da ballo” in piazzetta della Misura.

Ancora da ufficializzare il programma di luglio e il Comune “pensa positivo” considerando che «è un’estate fondamentalmente tranquilla dopo due anni difficili e la gente sta uscendo dal tunnel della pandemia con un nuovo modo di approcciarsi al nostro centro storico: sono tornate le passeggiate e questo non può che renderci felici». L’auspicio è che sorridano anche le attività del cuore di Forlì, che le iniziative creino, quindi, indotto. Non sempre in passato lo è stato, specialmente per i negozi, molti rimasti chiusi nonostante il grande flusso di gente.

«Abbiamo preso in mano la regia degli eventi, sempre d’intesa con Ascom, Confesercenti, Cna e Confartigianato, ma moltissimi imprenditori del centro storico hanno promosso spontaneamente iniziative, ci hanno dato input – afferma Cintorino – Credo abbiamo apprezzato il nostro sforzo e se ogni bar o locale organizzerà in proprio intrattenimenti, anche molti negozianti sappiamo resteranno aperti. E non solo il mercoledì». Sì, perché si torna al punto di partenza del ragionamento. «Il cartellone è pieno sino a settembre tutti i fine settimana: da Forlì sotto le stelle ai Venerdì DiVini sino a concerti, cibi di strada, spettacoli. Appuntamenti davvero per ogni fascia d’età e per il 2023 vogliamo impreziosire ancora di più la programmazione».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui