Forlì, il caro bollette mette in crisi circoli

Il caro bollette rende ancora più difficile la vita ai circoli Arci. Dopo i mesi di chiusura per il lockdown, ora l’incremento delle spese e il calo di presenze rappresentano un altro duro colpo per gestori e volontari, tanto da chiedere un incontro con gli amministratori, sia a livello regionale sia locale, per cercare una soluzione a un problema che riguarda famiglie e imprese.

La preoccupazione

«Il rincaro così forte del costo delle utenze energetiche rende impossibile continuare a sostenere le attività sociali, culturali e ricreative dei nostri circoli-associazioni – spiega la presidente dl comitato Arci Forlì, Frida Forlivesi –. Già messi in ginocchio dalla pandemia, con tanti mesi di chiusura e di lutti e la conseguente “disabitudine” alla frequentazione soprattutto dai soci più anziani (se pur comprensibilissima), ora, con il rincaro delle bollette si rischia veramente la fine. Il calo riguarda un terzo delle presenze. Se non c’è frequentazione non c’è fatturato e così tenere aperto diventa complicato. Tra chi ha avuto il Covid, chi ha paura ad andare nei luoghi affollati e chi è ormai abituato a restare in casa, la situazione diventa sempre più complessa».



Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui