Forlì, il Campus compie 20 anni

Nell’aprile del 2001 venne presentato ufficialmente il progetto del Campus di Forlì, vent’anni dopo l’Università è diventata parte integrante della città, favorendone lo sviluppo e la crescita grazie all’arrivo di studenti da tutta Italia, alle eccellenze nel campo della ricerca e degli studi, non ultimo l’arrivo del corso di Laurea in Medicina, e ai rapporti sempre più stretti con istituzioni ed enti. «E pensare che a quei tempi qualcuno storceva il naso – ricorda il presidente del Campus, Luca Mazzara – perchè si aveva l’idea di Campus fuori dal centro città, c’era preoccupazione per il traffico e l’impatto dei giovani. Ragionando vent’anni dopo possiamo dire che mai scelta fu più azzeccata”. Facoltà che hanno imparato ad interagire tra loro, sotto la spinta del presidente Mazzara: «Ho visto tanti progetti trasversali, che vedono dialogare il sistema universitario. Il nostro obiettivo è, ad esempio, vedere il medico che collabora con l’ingegnere, che poi si avvalgono della Facoltà di Interpreti. Lo stavo meditando quando pensavo al futuro del Campus. Credo che riguardando a questi vent’anni dobbiamo essere fieri di quanto fatto, abbiamo imparato che il lavoro corale funziona».Con la zona arancione in vigore da oggi, tornano ad aprirsi anche le porte del Campus: «Siamo pronti – conclude Mazzara – abbiamo già avvisato, ad esempio, le imprese delle pulizie. Accoglieremo gli studenti in aula e proseguiremo la didattica mista. Finora non abbiamo avuto ritardi o studenti che si sono lamentati per qualche rinvio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui