Forlì. I bambini tornano protagonisti del presepe vivente

Un appuntamento ormai tradizionale, come qualsiasi evento che si ripete da 21 anni. Sabato tornerà il presepe vivente dei bambini, organizzato dai centri educativi della cooperativa sociale Domus Coop, dalle scuole “La nave”, dagli operatori della parrocchia San Giovanni Battista in Coriano e dai volontari dell’associazione “Gli elefanti”. Accantonata, ma si spera solo momentaneamente la forma itinerante per le vie del centro, il palcoscenico naturale sarà piazza Ordelaffi dalle 14.30 dove circa 450 tra ragazzi e adulti metteranno in scena i quadri viventi degli episodi della nascita di Gesù. «Vedremo le scene della nascita di Gesù, dall’Annunciazione fino all’adorazione dei pastori, tutte rinnovate dai bambini, perchè il presepe vivente si chiama dei bambini proprio perché è fatto dai bambini, lo organizzano, lo preparano, nei testi, sono loro i lettori e i personaggi dell’iniziativa – ricorda Massimo Fabbri, vice presidente della Domus Coop –. Attorno a loro c’è il lavoro di tutti gli educatori e i volontari». Al termine ci sarà la benedizione del vescovo Livio Corazza. Una manifestazione che ha sempre avuto il supporto dell’amministrazione comunale. «Questa giornata – aggiunge Paola Casara, assessora alle politiche educative – sarà il risultato finale di un percorso che vede i ragazzi protagonisti di questo presepe vivente ed è un momento anche educativo». Alla presentazione erano presenti anche Gianni Matteucci, in rappresentanza dell’associazione “Gli elefanti” («ricordo le prime edizioni del presepe, sono stato il primo Giuseppe») e l’educatrice Silvia Tonini («per la scuola è un momento molto importante, nel confronto e il dialogo con i ragazzi delle medie vengono fuori discussioni interessantissimi che diventano ricchezza per noi adulti»). A testimonianza dell’importanza dei ragazzi nel Presepe vivente, erano presenti anche due giovani protagonisti: Samuele Rosetti che farà l’angelo annunciatore, ma che negli anni scorsi è stato anche Gesù appena nato, e Francesca Donati che invece vestirà i panni di Elisabetta nella visita a Maria. Quest’anno Maria e Giuseppe saranno due studenti delle scuole medie, mentre il bambin Gesù sarà il figlio nato a novembre di una coppia il cui figlio frequenta già la scuola “La Nave”. L’immagine del presepe è stata realizzata da Franco Vignazia, i testi da Giampiero Pizzol.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui