Forlì, giovane band lancia un talk musicale per passare il tempo

Forlì, giovane band lancia un talk musicale per passare il tempo

FORLI’. C’è chi canta dal balcone e chi, ogni giorno alle 18, per sentirsi comunque parte di una comunità anche in queste lunghe settimane di doveroso isolamento, apre Instagram e scopre come la musica sia un ponte che unisce una casa all’altra e la riempie di suoni, parole e un pizzico di serenità. Si chiama Flysuit Live festival” la diretta che, quotidianamente, va in onda su flysuit_band, l’account Instagram di una delle giovani band forlivesi più quotate. Ragazzi che con i loro Ep “Il Sogno” e “L’urbano industriale Live” hanno attirato l’attenzione degli “addetti ai lavori” per poi diventare popolari anche tra gli amanti della pallacanestro (quali loro stessi sono) con la sigla della trasmissione tv “Panorama Basket”.
Lo stop forzato
Ora i componenti della band sono giocoforza divisi «proprio quando avevamo deciso di ritrovarci in studio dopo due anni e mezzo intensi di registrazioni e live, per mettere mano ai brani di un nuovo lavoro da preparare in estate» come spiega il chitarrista Marco Ravaioli.
L’esperimento
E allora la domanda «come potevamo fare ad essere comunque “gruppo” e a “fare gruppo” con gli amici?». La risposta è arrivata attraverso un esperimento: una diretta Instagram con un componente di un altro gruppo del territorio, gli Azimut. È stato un successo e da lì la voglia di tenere compagnia ai forlivesi con il “Flysuit Live Festival”. Di cosa si tratta? «Dalla scorsa settimana e almeno sino al 3 aprile ogni giorno ci colleghiamo con musicisti, addetti ai lavori, speaker radiofonici, giornalisti che sono prima di tutto nostri amici e con loro parliamo per oltre un’ora di musica, attualità, sport, insomma, delle passioni che ci accomunano – spiega Marco Ravaioli –. Lo facciamo in modo colloquiale e confidenziale, senza una scaletta, ma in massima libertà e con la possibilità da casa di interagire con noi. Siamo io e il mio ospite a spaziare tra tantissime curiosità e sinora il gradimento è stato alto».

Anche perché alto è il livello degli ospiti: dal tastierista dei Blastema al telecronista Superbike di Sky, Edoardo Vercellesi, sino agli speaker di Radio Gomblotto e alla giovane cantante forlivese Eleonora Stradaioli. Da oggi, poi, l’attore Luigi Navarra protagonista del film “Solo cose belle”, la voce del gruppo latin-rock “Espana Circo Este” ormai affermato internazionalmente domani, i ravennati “Quarto Piano” venerdì e l’esperto musicale Jacopo Picci sabato.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *