Forlì, Fratelli d’Italia pronta ad entrare nella giunta Zattini

Il successo di Fratelli d’Italia a Forlì avrà uno sblocco immediato con l’ingresso di un nuovo assessore nella giunta Zattini. È solo questione di tempo, magari settimane. Ipotesi già palesata dal sindaco ad inizio anno, poi finita in soffitta senza una vera spiegazione, ma ora tornata prepotentemente alla ribalta con lo spostamento degli equilibri all’interno delle forze che sostengono la maggioranza dopo la consultazione di domenica scorsa. Il nome scelto rimane quello di Marco Catalano, consigliere comunale di Fdi, che aveva già dato la sua disponibilità con un incarico che avrebbe fatto riferimento alla gestione del fondi del Pnrr. Anche se non si sa se con l’addio alla giunta, più che probabile, di Rosaria Tassinari, si libererà un altro posto da assessore, che comunque Forza Italia vorrebbe per sé.

Di sicuro il nodo è arrivato al pettine e non passeranno molti giorni prima che lo scossone coinvolga la giunta. «Logico che cambino gli equilibri – ammette Alice Buonguerrieri, eletta alla Camera nell’uninominale di Ravenna e coordinatrice provinciale di Fratelli d’Italia – rispetto alle Amministrative è un’altra epoca e credo che con questi ribaltamenti se ne debba fare i conti. Fratelli d’Italia da qualche tempo a questa parte si è messa a disposizione della città e ovviamente della giunta e del sindaco Zattini. Pensiamo di avere non solo i numeri e la credibilità sull’elettorato, ma anche persone valide che possono ricoprire quel ruolo nel caso nel quale si ritenga che questa supporto e apporto che noi possiamo dare possa essere positivo in termini di ricaduta sulla città. Non ci interessano le poltrone, ma poter essere efficaci sui temi che contano».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui