Forlì, festeggiamenti ed esultanza senza “effetti collaterali”

All’ultimo rigore parato da Gigi Donnarumma sono scattati i festeggiamenti a Forlì per la vittoria della nazionale di calcio italiana. Una festa che è continuata fino a tarda notte tra colpi di clacson, fuochi d’artificio, torce da stadio e trombette. Migliaia di cittadini si sono riversati tra le vie del centro storico e in piazzale della Vittoria gremito di tifosi festanti. Fortunatamente i festeggiamenti sono proseguiti nella notte senza troppi problemi di ordine pubblico. I timori della vigilia per i momenti di euforia dei tifosi azzurri in caso di vittoria, visti in occasione della semifinale contro la Spagna, avevano messo in allarme le forze dell’ordine e l’amministrazione comunale. Sorvegliata speciale piazzale della Vittoria e la decisione di pedonalizzare il punto nevralgico dei festeggiamenti si è rivelata una scelta azzeccata. Proprio lì si sono riversate migliaia e migliaia di forlivesi e l’area è stata presidiata da Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Locale ed operatori sanitari del 118 e della Croce Rossa.

«Siamo contenti per gli esiti dei festeggiamenti – afferma il vicesindaco con delega alla sicurezza, Daniele Mezzacapo –. È andato tutto bene e non ci sono stati motivi di preoccupazione. Con la Polizia Locale siamo stati impegnati con cinque pattuglie che hanno affiancato le altre forze dell’ordine. Non ci sono stati feriti. La scelta di inibire al traffico piazzale della Vittoria è nata dalla preoccupazione di evitare danneggiamenti alle auto, come invece è accaduto la scorsa settimana, e al monumento da poco restaurato». Non sono stati, infatti, segnalati episodi di vandalismo ai monumenti storici. Qualche eccesso per potenti petardi e qualcuno che si è arrampicato anche sui lampioni, mentre qualcun altro ha provato a superare le transenne del monumento ma è stato prontamente allontanato. L’area del piazzale era stata cinturata da transenne, con la folla che ha potuto sfogare tutta la propria gioia in sicurezza dopo i calci di rigore. Sventolio di tricolore, cori e trombette hanno animato la festa fino alle 3 del mattino. Le forze dell’ordine sono intervenute anche per una rissa in piazzetta XC Pacifici, mente una ragazza è stata soccorsa per aver perso per un attimo i sensi. Fortunatamente tutto si è risolto senza conseguenze.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui