Forlì. “Farmaci, allarme ingiustificato alla scorta”

La scarsità di alcuni farmaci scatena in alcuni cittadini una insensata corsa a farne scorte non appena le scatole tornano disponibili sugli scaffali delle farmacie. A fronteggiare la corsa ai medicinali sintomatici, capitanati dai comuni antinfiammatori o sciroppi per la gola, sono le segretarie degli studi medici e i farmacisti che spesso si trovano a dover ingaggiare lunghe trattative per riportare i pazienti alla ragione.

L’articolo completo sul Corriere Romagna oggi in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui