L'accertamento è stato eseguito dalla Guardia di finanza

Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza della Compagnia di Forlì hanno concluso l’operazione di polizia giudiziaria denominata “Pallone Gonfiato”, sotto il coordinamento della Procura di Forlì, eseguendo un sequestro preventivo per un ammontare complessivo di oltre 400mila euro, nonché sottoponendo a vincolo un immobile del valore stimato di oltre 60mila euro. Nel corso dell’attività sono stati denunciate per reati tributari n.15 persone residenti nel forlivese, a vario titolo coinvolte nel meccanismo illecito. L’attività nasce da verifiche fiscali avviate nei confronti di due associazioni sportive che avevano annotato fatture per operazioni inesistenti. L’approfondimento investigativo della constatazione ha quindi fatto emergere un sofisticato sistema di frode basato sulla sistematica “sovrafatturazione” delle prestazioni di sponsorizzazione. In pratica, i responsabili delle associazioni, sfruttando il regime tributario di favore previsto tali associazioni sportive, stipulavano contratti di sponsorizzazione con imprese sedenti per lo più nel forlivese, percependo importi superiori rispetto a quelli effettivamente pattuiti (in alcuni casi questi importi costituivano oltre il 90% dei costi totali dell’impresa). Le società sponsor coinvolte nel meccanismo, oltre a beneficiare della deduzione dei costi e della detrazione dell’IVA, rientravano in possesso di una parte delle somme simulando, successivamente, collaborazioni in realtà mai effettuate.

Argomenti:

Forlì

Guardia di Finanza

Pallone gonfiato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *