Forlì, fallimento Sif: una condanna per bancarotta

Una condanna a un anno e 8 mesi e risarcimento del danno. Questo l’esito del rito abbreviato davanti al giudice per le udienze preliminari Giorgio Di Giorgio che vedeva come imputato Giorgio Paradisi, ex presidente del gruppo Querzoli, colosso cooperativo del settore edilizio, accusato di bancarotta fraudolenta, in qualità di amministratore unico della società “Sif srl”, anch’essa controllata dal gruppo Querzoli e dichiarata fallita il 7 giugno 2018. Il Gup del Tribunale di Forlì ha accolto le richieste di condanna del pubblico ministero Sara Posa e la tesi della difesa del curatore del fallimento, Ermelinda Astore, che si è costituita parte civile tramite l’avvocato Giulia Versari, per la tutela dei creditori Sif.

Secondo quanto ricostruito dal sostituto procuratore Posa e dall’avvocato Versari, nel maggio del 2012 Paradisi avrebbe dissipato le attività aziendali mediante la cessione di un complesso immobiliare, senza alcun tipo di garanzia, ad altra società del Gruppo Querzoli che già nel 2012 era in stato di insolvenza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui