Forlì, ex Limonetti: nuovo capannone ideato da studenti del Canova

Gli studenti della 4ªC dell’indirizzo progettazione e architettura del liceo artistico “Canova”, ora al loro ultimo anno di scuola superiore, in collaborazione con l’associazione Libera hanno elaborato una proposta di recupero del capannone multifunzione all’interno dei terreni ex Limonetti, confiscati negli anni ’90 per un giro di usura. «Questo è un esempio di come siamo riusciti a mettere insieme le competenze specifiche e la cittadinanza in un ambiente sicuro – spiega la dirigente scolastica, Elettra Stamboulis –. Il nostro intento pedagogico si fonda proprio sul fatto che progettare, all’interno dei nostri laboratori, presuppone sempre una responsabilità sociale».

Il lavoro

Nello specifico i ragazzi, accompagnati dal docente Franco Zambonelli e supportati da Franco Ronconi di Libera, hanno ideato una progettazione di recupero di un capannone per trasformarlo in una struttura ricettiva in grado di accogliere i lavoratori-volontari che da anni, grazie a due realtà del territorio, si occupano di coltivare quei 5 ettari confiscati in un’area vicino all’ospedale di Vecchiazzano. «Gli studenti sono partiti dallo studio di quella zona attraverso immagini del posto, essendo partito il progetto nel corso del 2020-21 in piena pandemia – racconta il professor Franco Zambonelli –. Da qui l’esigenza di progettare una struttura eco sostenibile che si adattasse all’ambiente circostante con l’impiego di materiali come vetro e legno».


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui