Forlì, è morto il poeta dialettale Marino Monti

Il mondo culturale forlivese piange la morte del poeta Marino Monti. Nato a San Zeno di Galeata nel 1946, si è poi trasferito a Forlì dove si è diplomato all’Istituto Tecnico Industriale Guglielmo Marconi. Ha svolto attività lavorativa come perito capotecnico nei settori produzione e progettazione. Si è incontrato con la poesia in età relativamente matura. I primi testi risalgono al 1990. Ha pubblicato diverse raccolte in dialetto romagnolo entrate nel cuore del tessuto culturale locale.

Il cordoglio del sindaco

Così il sindaco Gian Luca Zattini in una nota.” A nome dell’Amministrazione comunale di Forlì e interpretando i sentimenti della comunità cittadina, esprimo il cordoglio per l’improvvisa scomparsa di Marino Monti, apprezzato poeta dialettale, uomo dell’associazionismo culturale e civico, cultore delle tradizioni romagnole, educatore. Per tutta la vita, Marino ha dedicato grande passione e dedizione profonda allo studio della lingua dialettale, caratterizzando questo suo percorso – pienamente riconosciuto nell’ambito letterario nazionale e nel mondo della poesia –  con pubblicazioni, saggi, progetti di insegnamento nelle scuole e la creazione di una sezione dedicata al vernacolo nella biblioteca di Quartiere presso il Foro Boario. Oltre all’attività culturale, Marino Monti è stato promotore di iniziative e programmi sia come Coordinatore dell’allora Comitato di Quartiere di Pieveacquedotto, sia come guida della storica associazione “E Racoz”, sia come anima del premio “Antica Pieve”.
In questo triste momento giungano alla moglie Graziella, ai familiari, agli amici e a tutti coloro che con Marino Monti hanno condiviso esperienze di lavoro, cultura e impegno civico, la vicinanza e l’affetto da parte della Città di Forlì”.  

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui