Forlì, è ancora grave il 26enne che si è gettato dal furgone

Restano gravi le condizioni del 26enne straniero, che abita a Forlì con la madre e la sorella, che sabato pomeriggio a Meldola si è gettato da un furgone in corsa durante una lite con un collega. Il giovane, cadendo a terra aveva sbattuto la testa nello spigolo del marciapiede procurandosi una grossa lacerazione. Trasportato al Bufalini in elicottero dopo aver perso molto sangue, era stato operato d’urgenza in serata. Dopo l’intervento la prognosi resta riservata, il ragazzo è attualmente ricoverato in terapia intensiva. Sull’accaduto indagano i carabinieri che hanno sentito il collega che si trovava alla guida del furgone sui motivi della lite. Al momento non è stato preso nessun provvedimento nei confronti dell’autista perché sembra un atto volontario del 26enne.

A quanto raccontato dal collega, i due avrebbero litigato per motivi di lavoro mentre si stavano recando proprio al lavoro, entrambi sono dipendenti di un’azienda agricola. A un certo punto il ragazzo avrebbe detto di voler scendere e si è gettato fuori dal furgone mentre era in marcia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui